Le 10 regole per un’ecommerce di successo

La vendita di prodotti on-line viene realizzata con un programma, che si integra in un sito web, chiamato E-Commerce. Come in un qualsiasi negozio che si rispetti anche qui ci sono delle regole da rispettare che nascono dall’analisi dei comportamenti degli utenti i vari siti web.

1. Offrire ai clienti la possibilità di salvare il proprio carrello.

I consumatori ritornano sovente al carrello che avevano precedentemente abbandonato. Aiutateli in questo senso, consentendogli di conservarlo per almeno 30 giorni.

2. Offrire promozioni e incentivi per motivare i vostri clienti.

La pubblicità su InternetPromozioni e offerte speciali agiscono come elementi di differenziazione tra i siti. La consegna gratuita è attualmente uno degli elementi che influenzano maggiormente la decisione di effettuare acquisti online.

3. Visualizzare i costi di spedizione contestualmente al contenuto del carrello.

I consumatori prediligono la visualizzazione delle opzioni di consegna e i costi relativi, direttamente nel carrello, prima di arrivare al processo finale di acquisto. Questo per evitare all’utente spiacevoli “sorprese” in fase di conferma dell’ordine.

4. La registrazione dell’utente nel sito deve essere opzionale.

Il 52% degli utenti di internet abbandona il proprio carrello se gli viene chiesto di registrarsi comunicando dati personali. Per portare a termine un’acquisto non è infatti necessario richiedere più dei dati strettamente necessari come sono in molti a fare. Se vendete prodotti digitali o servizi, ad esempio, non ha senso richiedere i dati relativi alla residenza del cliente. Potrete sempre richiedere questi dati in seguito all’acquisto… ne parlermo in dettaglio in uno dei prossimi articoli.

5. Pensare alle opere di carità.

Il 69% dei consumatori (americani) partecipa a iniziative caritatevoli. I cyber commercianti che mostrano il loro impegno in questo settore godranno di una buona reputazione.

6. Cercare di avere abbastanza prodotti in magazzino.

Il fatto che un prodotto sia fuori stock è un elemento di frustrazione per l’utente (cliente) internet. Soprattutto se questa informazione viene visualizzata dopo che il navigatore del sito ha già aggiunto il prodotto non disponibile al proprio carrello.

7. Offrire ai clienti la possibilità di seguire l’ordine on line.

Permettete ai vostri clienti di ridurre le incertezze legate ai tempi di consegna offrendogli la possibilità di seguire il loro ordine. Questo ridurrà al tempo stesso il costo del vostro servizio clienti.

8. Ridurre al massimo il processo per effettuare un ordine.

Il 60% degli utenti preferisce dover riempire più campi su una stessa pagina, piuttosto che essere costretto a farlo su più pagine per arrivare allo stesso risultato.

9. Essere precisi sui tempi di consegna.

I consumatori vogliono sapere quando i loro ordini verranno evasi e questo con la maggiore precisione possibile.

10. Offrire dei buoni omaggio stampati.

Il 34% degli acquisti è influenzato dalla possibilità di guadagnare dei buoni omaggio o punti fedeltà. Paradossalmente, i consumatori online preferiscono i buoni cartacei a quelli elettronici inviati via e-mail.

Volete aggiungere altre regole? Scrivetele nei commenti…

Leggi anche:
E-commerce, oltre metà dei siti è irregolare

Condividi nei social media:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • Print
  • email
  • oknotizie

 

3 Commenti su “Le 10 regole per un’ecommerce di successo”

  1. siti web Postato da Miriam:
    07/03/12 - 08:25

    Io non credo che sia una ricetta di successo per un affare.

  2. siti web Postato da Alt Design Web Agency:
    07/03/12 - 09:24

    @Miriam
    E cosa credi lo sia? Dacci pure il tuo punto di vista.
    Ciao

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 + = 9