Gli svantaggi di un sito in Flash

Nell’ormai lontano anno 2000, il guru dell’usabilità nel web Jakob Nielsen, pubblicava nel suo blog questo articolo: Flash, 99% BAD. Tradotto letteralmente significa: “Flash, 99% Cattivo”. Sono passati ben 9 anni da allora e la tecnologia Flash si è evoluta notevolemente, nonostante ciò siamo del parere che il motto “Flash, 99% BAD” sia ancora attuale.

html5-vs-flash

L'html5 renderà inutile la tecnologia Flash?

Nel web ci sono ancora moltissimi siti web realizzati interamente con questa tecnologia e numerosi siti html con un filmato flash come “Intro”. In questo articolo andremo ad analizzare gli svantaggi principali della tecnologia Flash.

Scarsa visibilità nei motori di ricerca

Il sito in flash può essere paragonato ad una scatola chiusa in cui viene proiettato un filmato. Agli occhi dei motori di ricerca i contenuti del sito sono totalmente invisibili, in quanto “immersi dentro la scatola chiusa”. L’unica pagina che viene indicizzata è la home page html del sito in cui il filmato viene inserito.

Esistono soluzioni basate su Xml e Javascript che aiutano l’indicizzazione del sito da parte dei motori di ricerca, ma, ci chiediamo, perchè investire tempo e denaro per sviluppare qualcosa che potrei avere gratuitamente con un sito html?

Spettro di utenza

Flash è una tecnologia che si integra nel browser e che viene installata quando l’utente lo decide. Anche se la maggior parte degli utenti esegue questa operazione potrebbe essere che per svariati motivi (es. incapacità, device limitati, …) l’utente non abbia installato il plugin per flash. Questa tipologia di utenza potrebbe essere quantificata in un 2-3% dei visitatori… certo non cifre esorbitanti, ma perchè precludere a priori la possibilità di accedere al sito al 2-3% dei nostri potenziali clienti?

Skip Intro e tempi di caricamento

Questo punto riguarda sia i siti completamente in flash, sia quelli con un’introduzione “Intro” presente come prima pagina del sito. Putroppo non siamo riusciti a recuperare una statistica del 2007 che sanciva la classifica dei pulsanti più cliccati sul web, ma vogliamo comunque segnalarne i primi risultati: al primo posto il pulsante “Indietro” del browser e al secondo posto il famoso link “Skip Intro”… prima del pulsante “Cerca” di Google!

Questo la dice lunga sul comportamento usuale dei navigatori di internet. L’utente vuole trovare subito quello che cerca e non intende aspettare, pena l’abbandono del sito. Un sito in flash è genericamente più lento a caricarsi rispetto alla sua controparte html, tant’è che molti siti offrono un’alternativa html per i loro visitatori. Chi naviga con cellulari o palmari, o chi continua a connettersi usando la normale linea a 56kb, apprezzerà di più un sito leggero che uno “bello da vedere”.

Altra nota a favore della nostra tesi è la feature implementata nel nuovo motore di ricerca di casa Microsoft, Bing. Come si può leggere dal documento ufficiale dedicato ai webmaster Bing offre tra i risultati della ricerca un comodo link per entrare in modo diretto all’interno del sito interessato senza passare per la prima pagina con l’intro.

Bing - Skip Intro direttamente nei risultati delle ricerche

Bing - Skip Intro direttamente nei risultati delle ricerche

Usabilità

I siti web realizzati in flash possono essere difficoltosi da navigare per i seguenti motivi:

  1. Il pulsante “Indietro” del browser non funziona (e abbiamo appena visto che è uno dei pulsanti più cliccati su internet)
  2. La colorazione dei link non cambia dopo che vengono cliccati. Risulta quindi macchinoso ricordare le pagine giù visitate
  3. Lo zoom del testo via browser non funziona quindi gli utenti con difficoltà visive potrebbero non leggere il vostro contenuto
  4. Come già detto in precedenza, gli utenti senza il plugin non visualizzeranno il sito

Manutenzione ed aggiornamento

Un sito in flash è generalmente meno manuntenibile rispetto ad uno html e l’aggiornamento dei contenuti può essere limitato a semplici testi senza formattazione. Questo porta la maggior parte dei proprietari di un sito in flash a richiedere ogni volta l’intervento del designer che ha progettato il sito, con i relativi costi che questo comporta.

Mirabolanti animazioni e marketing

Un sito in flash è indubbiamente molto attraente e, se vogliamo, divertente da navigare. Gli effetti speciali realizzabili sono veramente una calamita per gli utenti, che si trovano letteralmente a “giocare” con il sito. Sebbene questo articolo potrebbe farlo pensare, non vogliamo screditare in toto la tecnologia flash. Come viene detto in quest’altro articolo, il sito in flash può avere senso per quei brand molto conosciuti o per particolari prodotti per cui viene creato un sito ad hoc (ad esempio il lancio di un nuovo modello di automobile). In questi casi l’imperativo è colpire l’utente e fare in modo che quello che ha visto rimanga nella sua memoria.

Condividi nei social media:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • Print
  • email
  • oknotizie

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 1 = 6