35 consigli per ottimizzare e posizionare il tuo sito web nei motori di ricerca

Questa settimana abbiamo visitato i siti top in ambito SEO (Search Engine Optimization – Ottimizzazione per i motori di ricerca) e abbiamo collezionato ben 35 trucchi o consigli che potete facilmente applicare al vostro sito web per cercare appunto di ottimizzarlo per i motori di ricerca e dargli quindi una spinta in più sperando di comparire nelle posizioni più alte dei risultati delle ricerche.

Vediamoli assieme:

  1. grafico motori di ricerca e sito webLink entranti da siti con alto page rank hanno un’altissimo valore. Un alto page rank indica un sito estremamente affidabile e credibile, quindi i back link provenienti dallo stesso “valgono molti punti”.
  2. Se proprio devi usare javascript per i tuoi menu a tendina, mappe di immagini e funzioni ajax, assicurati di inserire dei link testuali equivalenti all’interno delle pagine. In questo modo anche i motori di ricerca li potranno “leggere” ed indicizzare il tuo sito.
  3. Assicurati che i link al tuo sito puntino sempre alla stessa tipologia di indirizzo: ovvero http://miodominio.it oppure http://www.miodominio.it e usa sempre la stessa. Puoi inoltre chiedere al tuo webmaster di abilitare il redirect (con codice 301) al tipo di url scelto.
  4. I link dai domini .edu e .gov sono considerati importanti dai motori di ricerca. Cerca siti con tali caratteristiche che possano essere interessati (anche a pagamento) ad inserire un link al tuo sito
  5. Il modo più veloce per essere inclusi nell’indice di Google (essere indicizzati) è quello di avere un back link da un sito autorevole (e quindi già indicizzato con buoni risultati). Se non puoi farlo non resta che segnalare il sito a Google nel classico modo o aggiungerlo tramite Webmaster Tools (utilizzando la funzione Visualizza come Google ed inviando successivamente al Recupero della homepage le pagine all’indice)
  6. Chiedi ai blogger più influenti e seguiti se sono disposti a linkare il tuo sito, un’immagine, un video…
  7. Non importa l’estensione dei tuoi file. Usa .html, .htm, .php, .asp, ecc.
  8. Usa sempre dei titoli e degli alt (contenuto alternativo) per le immagini inserendoci testo che contenga delle parole o frasi chiave
  9. Usa nomi di file sensati e trattini per separare le parole. Spesso si sottovaluta il traffico che può giungere dalla ricerca di immagini. Es. castelli-di-sabbia.jpg è meglio di castellidi_sabbia.jpg o HPMI00254.JPG
  10. Il page rank non è tutto. Un sito con page rank basso può comparire più in alto di uno a page rank più alto se il suo contenuto è ritenuto più interessante
  11. Se decidi di aquistare un link in una pagina considera prima la sua reputazione. Un buon “trucco” per capirlo è osservare la versione contenuta nella cache di google (si può cercare direttamente “cache:www.indirizzodelsito.it/pagina.html“). Più recente è la versione in cache meglio è, significa che Google è passato di recente. Se la data è più vecchia di un mese meglio passare oltre.
  12. Contenuti sempre aggiornati e nuovi aiutano a migliorare la vostra posizione e reputazione agli occhi dei motori di ricerca. Se avete in mente di scrivere un lungo articolo, per poi tacere per settimane… bhè meglio dividerlo in 3 articoli corti e pubblicarli a distanza di tempo (2-3 gg). Se il vostro sito è principalmente statico, considerate l’idea di aprire un blog interno al sito stesso.
  13. Avete deciso di realizzare il vostro nuovo sito web. Pensate ai motori di ricerca prima di insabbiarvi in un funambolico sito in flash. I motori di ricerca sanno “leggere” il testo, non le immagini e i filmati flash. A tal proposito abbiamo scritto anche un articolo di approfondimento: Gli svantaggi di un sito in flash
  14. La cosa migliore è che i motori di ricerca (crawler in particolare) trovino e indicizzino le pagine in modo naturale. In questo caso una buona navigazione del sito è più efficente di una mappa del sito (sitemap XML)
  15. Assicuratevi che i link interni ed esterni usino le parole o frasi chiave per cui volete farvi trovare. Se state cercando di ottimizzare la chiave (anchor text) “Cappelli di Paglia”, allora i vostri link dovranno essere su quella frase e non su “Clicca Qui”. Diversificate inoltre il testo dei link per non incorrere in penalizzazioni (cappelli di paglia, vedi i nostri cappelli, collezione cappelli di paglia, ecc).
  16. Assicuratevi di avere un’unica parole o frase chiave su cui focalizzarsi in ogni singola pagina. Il campo titolo (TITLE) della pagina dovrebbe essere sempre diverso e in accordo con la keyword scelta. Se proprio dovete inserire il nome del vostro business, fatelo alla fine.
  17. Non cercate di ottimizzare una pagina per diverse parole chiave alla volta.
  18. I motori di ricerca amano contenuti unici e di qualità. Assicurati che i tuoi abbiano entrambe queste caratteristiche.
  19. I motori di ricerca moderni “sono intelligenti e capiscono” il linguaggio naturale. E’ quindi inutile scrivere pagine piene di parole chiave senza senso. I motori di ricerca contano la frequenza delle parole e se risulta troppo alta siete a rischio di penalizzazioni
  20. Usate le parole “immagine/i” o “foto” nel contenuto alternativo (ALT) delle vostre immagini. Spesso gli utenti le associano alla loro ricerca, ad esempio: “foto cani”, “immagine cavallo bianco”
  21. Li abbiamo inseriti da poco anche i questo blog (e vi invitiamo ad usarli!). Aggiungete alle vostre pagine strumenti virali: pulsanti di sharing, commenti dei visitatori, indici di gradimento, ecc che possano dar luogo al cosidetto “passaparola virtuale” o in termici più tecnici “viral marketing
  22. Usate un Feed Rss e segnalatelo ai siti che aggregano contenuto proveniente dai feed rss.
  23. Quando cercate di aumentare il numero di link in entrata al vostro sito (Link Building) pensate alla qualità, non alla quantità. Un link proveniente da un sito con alta reputazione può valere più di una dozzina di link di scarsa qualità
  24. Non siate egoisti. Linkate anche altri siti e blog… incoraggerete i rispettivi webmaster/proprietari a linkare a voi.
  25. Fate in modo che i link contententi le vostre keyword siano circondati da testo descrittivo pertinente alle stesse. Lo stesso vale anche per le immagini e i video. Ricordate che i motori di ricerca sanno leggere solo il testo!
  26. E’ più facile ottimizzare frasi (long tail keywords) che singole parole chiave. Sarà più facile ottenere risultati per “Pizzeria a Venezia” che per “Pizzeria”. Sia per la minore concorrenza delle parole chiave, sia perchè gli utenti che la cercano hanno un obiettivo preciso e sono più propensi a compiere le azioni che vi interessano (es. richiesta preventivo, prenotazione, ecc)
  27. Scrivi sempre il luogo dove risiede il tuo business, non solo nella pagina “Dove Siamo”. In questo modo sarai avvantaggiato nelle ricerche localizzate.
  28. Quando ottimizzi gli articoli del tuo blog… ottimizza il titolo di pagina (TITLE) in modo indipendente dal titolo del post.
  29. Ottimizzare e posizionare un sito non è un processo che si conclude in poche ore o giorni. Consideralo come un’attività quotidiana.
  30. Se avete una presentazione, un promo o altro materiale video… aggiungetelo a YouTube, Vimeo, Google Video, ecc. Appariranno anche questi nei risultati delle ricerche, quindi perchè perdere un’opportunità?
  31. Se avete ancora un sito fatto con i FRAME… non attendete un minuto in più, cambiatelo! I frames infatti non permettono il link diretto alle pagine e rischiate che sia indicizzato solo il menù del vostro sito.
  32. Capire l’evoluzione del web fa parte del lavoro. Ad oggi i social network (Digg, del.icio.us, Facebook, LinkedIn, Google Plus, ecc) sono sempre più presenti ed influenti nei risultati delle ricerche. Impara ad usarli a tuo vantaggio.
  33. Scrivi qualcosa di cui si possa parlare e susciti dibattiti… i link arriveranno da soli.
  34. Se proprio devi avere una pagina di INTRO (splash screen) in Flash o in un’unica immagine, assicurati che ci siano link di navigazione testuali per entrare nel sito. Lo sapete che il pulsante “Skip Intro” è il secondo più cliccato del web dopo il tasto “Indietro” del browser?
  35. Se il tuo sito è ospitato in un server condiviso con altri siti, assicurati che lo stesso non compaia nelle black-list. Questo potrebbe danneggiare la tua reputazione.

Ed eccoci alla fine… l’ultimo e fondamentale punto, che riassume in 4 parole quanto detto in precedenza e rappresenta, a nostro avviso, “il segreto” per un sito di successo. Lo vogliamo scrivere in grande:

Contenuti, Links, Popolarità e Reputazione

L’articolo è stato interessante? Allora non perderti il nostro articolo sull’ottimizzazione dei siti web per le ricerche locali.

Vuoi un professionista dedicato che segua l’ottimizzazione SEO del tuo sito web?
L’ottimizzazione SEO è uno dei servizi principali della nostra web agency. Contattaci senza impegno e richiedi un’analisi gratuita del tuo sito internet.
Condividi nei social media:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • Print
  • email
  • oknotizie

 

32 Commenti su “35 consigli per ottimizzare e posizionare il tuo sito web nei motori di ricerca”

  1. siti web Postato da tsenglabs:
    15/03/10 - 11:17

    Guida molto concreta e preziosa!

  2. siti web Postato da koency:
    07/09/10 - 08:20

    Quando cercate di aumentare il numero di link in entrata al vostro sito (LINK BUILDING) pensate alla qualità, non alla quantità. Un link proveniente da un sito con alta reputazione può valere più di una dozzina di link di scarsa qualità. Ci dispiace, non riesco a capire il post, la prego di dirmi che cosa è significato? Grazie!

  3. siti web Postato da Alt Design:
    07/09/10 - 08:44

    @koency
    Cerco di spiegare il punto 23 con un esempio. Ricevere un link da Wikipedia o Dmoz ha molto più valore che ricevere 10 link da siti sconosciuti (magari appartenenti a circuiti di scambio link o siti bannati da Google).
    Tutto chiaro?

  4. siti web Postato da VACANZE IN ALBANIA:
    23/10/10 - 13:15

    Grazie 1000 per i consigli utili

  5. siti web Postato da Valerio:
    26/01/11 - 14:20

    Ottime info, una guida semplice da seguire per chi è alle prime armi.

  6. siti web Postato da Luca:
    26/07/11 - 11:06

    Voglio complimentarmi con voi, è davvero un ottimo articolo e sopratutto veritiero e senza fronzoli…35 utili consigli che già da soli possono portare dei risultati “veri”

    Complimenti!
    Graphic & Web designer

  7. siti web Postato da web marketing seo:
    27/02/12 - 13:58

    Davvero ottima questa guida, ci tenevo a consigliarvi di dare importanza sopratutto al tempo di permanenza e la frequenza di rimbalzo, da questo google capisce se i vostri contenuti sono di qualità.

  8. siti web Postato da Bossa Web:
    01/03/12 - 17:51

    Grazie per gli ottimi consigli!…proverò ad applicarli da subito!

  9. siti web Postato da blurum blog:
    06/06/12 - 17:58

    grazie per i consigli

  10. siti web Postato da Roberto:
    06/07/12 - 09:43

    Complimenti, in una sola pagina dal contenuto genuino, ho trovato informazioni e alcuni spunti preziosi,
    Grazie

  11. siti web Postato da Alessandro:
    19/01/13 - 15:52

    Direi che i consigli sono sensati ed efficaci. Una buona guida.

  12. siti web Postato da Sandra:
    12/02/13 - 18:58

    Ciao, grazie per l’articolo davvero interessante ed utile per me. In questi ultimi tempi mi sono molto impegnata per mantenere il mio blog costantemente aggiornato, con buoni contenuti e cercando di spronare i visitatori ad intervenire. Devo dire che il miei sacrifici stanno vedendo qualche risultato, oggi ho finalmente toccato i 300 visitatori (mai accaduto prima :) )
    Grazie e complimenti
    Sandra

  13. siti web Postato da comunicazione marketing creativo:
    20/04/13 - 10:24

    caspita complimenti. L’ho stampata… un piccolo manuale seo :-)

  14. siti web Postato da Elisa:
    20/04/13 - 13:17

    Per chi invece, come me, gestisce un sito web/blog con una tematica di nicchia come la poesia? Come faccio capire come sono messa all’interno dei motori di ricerca?

  15. siti web Postato da Comunicare sul Web:
    05/05/13 - 08:01

    Senza dubbio una buona guida: un plauso al suo autore, che ha fatto qualcosa di notevole. Non mi stancherò mai di ricordare inoltre che la cosa migliore – anche in ambito SEO – è creare contenuti di qualità per la propria nicchia.

  16. siti web Postato da Alt Design:
    15/05/13 - 16:56

    @Elisa
    Difficile rispondere… dovresti vedere innanzi tutto se le tue pagine sono indicizzate (cerca ad esempio il titolo completo di un tuo articolo o il nome del sito), poi in base alle parole chiave con cui vuoi essere visibile dovresti vedere quali sono i tuoi posizionamenti nei risultati. Per salire nei risultati, oltre a contenuti di ottima fattura, occorre anche fare link building.
    A tal proposito ti consiglio il ns ultimo articolo: http://www.altdesign.it/blog/strategie-link-building-seo-quag/

    @creattivo
    Grazie!

  17. siti web Postato da Desdinova:
    15/07/13 - 08:29

    Interessante articolo che racchiude quasi tutti i consigli per iniziare a fare un ottimo lavoro di ottimizzazione. Complimenti

  18. siti web Postato da Weblux:
    02/04/14 - 20:45

    Beh forse un consiglio trascurato è quello di compilare il meta tag “description” i “title” di ogni pagina web presente nel sito. Importante che i meta tag sopra citati non siano duplicati e che pertanto siano univoci in tutto il sito web. Se poi riusciamo ad inserire negli stessi la keyword long tail che vogliamo ottimizzare … meglio ! ;-)

  19. siti web Postato da Alt Design Web Agency:
    03/04/14 - 08:35

    @Weblux
    E’ sicuramente corretto quello che dici. Sul title avevamo fatto accenno nell’articolo, mentre la meta description non l’avevamo presa in considerazione. Quando l’articolo è stato scritto (nel 2010) voleva essere un semplice elenco di consigli applicabili da tutti, a prescindere dalle competenze informatiche. Oggi, anche grazie allo sviluppo di CMS come WordPress, è più facile per tutti intervenire su aspetti come i meta title e description. Il title è ancora uno degli elementi più importanti per l’ottimizzazione seo di una pagina, mentre il meta description non ha più il “potere” che aveva in passato, ma va detto che la sua corretta compilazione può essere un’ottimizzazione quando va ad aumentare il CTR in serp (ovvero quando fa diventare più pertinente ed invitante il risultato nel motore di ricerca).
    Trovo inoltre davvero gratificante che un articolo che abbiamo scritto nel 2010 sia ancora attualissimo. :)
    Buona ottimizzazione a tutti!

  20. siti web Postato da Domenico:
    21/07/14 - 16:19

    l’articolo, anche se datato, è tutt’ora utilissimo!

    grazie mille

  21. siti web Postato da sandra:
    19/08/14 - 19:23

    Scusate una domanda: a me hanno detto che i backlink da siti non attinenti sono inutili o addirittura dannosi. E’ vero? Io ho un b&b e vorrei capire se tutto fa brodo e e’ meglio concentrarsi su siti dello stesso settore (turismo, accomodation, etc).
    Grazie

  22. siti web Postato da Alt Design:
    20/08/14 - 08:44

    Google, tramite il suo portavoce Matt Cutts, ha detto che i backlink devono essere naturali e che i link creati appositamente per manipolare il posizionamento di un sito web non sono consentiti. Chiaramente, se si vuole aumentare la visibilità del proprio sito web qualcosa è necessario fare, perciò cerca di creare un profilo di backlink il più naturale possibile seguendo questi accorgimenti:
    – crea link di vario tipo (follow, nofollow)
    – varia le anchor text con cui linki (il testo cliccabile)
    – distribuisci nel tempo la creazione dei link
    Infine, per rispondere alla tua domanda… non tutti i link hanno pari valore. Sicuramente quelli da siti a tema con il tuo saranno più efficaci di altri, ma saranno anche i più difficili da ottenere. Proprio per simulare meglio un profilo di backlink naturale consiglio di inserire link anche su siti fuori tema, magari solo in quelli con un minimo di autorevolezza e comunque in minor quantità rispetto ai precedenti. Al giorno d’oggi la link building è un’attività da fare con estrema attenzione.

  23. siti web Postato da Matrimonio e Eventi Staff:
    16/10/14 - 01:46

    Es. castelli-di-sabbia.jpg è meglio di castellidi_sabbia.jpg o HPMI00254.JPG

    In questo caso non so se la prima e la seconda metodologia cambino molto …sicuram,ente la terza non funziona sui motori di ricerca. Avete dati studiati al riguardo?

  24. siti web Postato da Alt Design:
    17/10/14 - 10:45

    @Matrimonio e Eventi Staff
    No, nessun “dato studiato”. Google è in grado di riconoscere le “particelle linguistiche” che compongono una frase/parola… quindi anche scrivendo castellidisabbia.jpg sarebbe in grado di capire. Noi preferiamo comunque la prima soluzione, è più semplice da leggere per gli utenti (e probabilmente anche per Google).

  25. siti web Postato da teutra:
    19/11/14 - 08:45

    Complimenti per questa sintesi di informazioni, molto utile!

  26. siti web Postato da Aida Nunziante:
    20/11/14 - 17:39

    Guida veramente utile che racchiude gran parte dei principi di un buon SEO specialist. Consiglio di seguire ed applicare i principi in questa mini guida piuttosto che basarvi esclusivamente sul Pagerank per analizzare la salute del vostro web site.

  27. siti web Postato da antonio rizza:
    27/11/14 - 18:29

    Il problema è dove ottenere link di qualità e senza il nofolow …..

  28. siti web Postato da Katia:
    02/12/14 - 17:09

    Complimenti per l’attualità dell’argomento a distanza di molti anni. Esaustivo e stimolante.
    Sono ai primi approcci con il tema dell’ottimizzazione dei siti. Nasco copywriter ma visti i tempi e le vacche magre sto approfondendo il seo copywriting per potermi offrire come freelance alle web agency. Vorrei sapere (o, se è il caso, fornitemi un link ad hoc, ve ne sarei grata) come usare (e quante) le keywords nei meta tag “description” e “title” pagina per pagina. Più precisamente: per raggiungere l’obiettivo di un giusto posizionamento sul motore di ricerca, ogni pagina di un sito dovrebbe prevedere specifiche (ed esclusive) kewords, poichè ciascuna pagina in teoria nasce per affrontare (ed informare su) un argomento ben preciso (per es.: pagina istituzionale, prodotti, servizi, offerte, etc.) al quale un utente approda attraverso chiavi di ricerca differenti… vero? Se la mia domanda non è chiara, beh… chiarisce bene il mio stato confusionale.
    Grazie per l’aiuto.
    Katia

  29. siti web Postato da Alt Design:
    04/12/14 - 10:22

    @Katia
    Nel 2010, quando è stato scritto l’articolo, ti avrei risposto: “Una keywords per ogni pagina. Inserirla nel title e nella meta description”.
    Oggi le cose sono un pò cambiate e si parla più di tema/topic di una pagina anzichè di una singola parola chiave (keyword). Per risponderti, la keyword nel title è senza dubbio utilissima (sia per il CTR che come fattore di ranking), mentre inserirla nella meta description non ha valore ai fini del posizionamento, ma potrebbe migliorare il CTR visto che verrà evidenziata in grassetto nei risultati della ricerca. Sul numero di occorrenze, credo che una volta sia più che sufficiente.
    @antonio rizza
    Vero… questo è uno degli aspetti che fa la differenza tra una strategia SEO professionale e una “casalinga”

  30. siti web Postato da visurecatastali.org:
    24/02/15 - 16:06

    Chiedo un’ informazione. Se volessi cambiare il Titolo SEO e la meta description dopo che ho già conquistato una posizione importante su Google, questo mi penalizzarebbe? Oppure semplicemente alla prossima scansione dei google bot viene aggiornato il tutto?

    NOTA BENE, cambiarei solo titolo SEO e meta description, tutto il resto rimane uguale (articolo, keywords, etc…). E cmq ssarebbero modifiche che NON STRAVOLGONO quanto già è scritto. Dovrei solo aggiungere un paio di cose!

    Grazie mille

  31. siti web Postato da Alt Design:
    24/02/15 - 16:34

    @visurecatastali.org
    Consideralo come il gioco d’azzardo: puoi puntare e vincere, oppure perdere. A meno che tu non faccia strafalcioni clamorosi in nessun caso modificando i meta incorri in penalizzazioni. La regola da rispettare in questi casi è il buon senso.
    La description in se non incide direttamente sul posizionamento, ma può aiutare ad aumentare il CTR, ovvero il numero di volte che viene cliccato il tuo risultato rispetto alle volte in cui viene visualizzato.
    Cambiare il titolo SEO invece può darti una spinta in più, ma può anche farti scendere. E’ necessario provare quello che funziona meglio e monitorare i risultati mese dopo mese.

  32. siti web Postato da Harry:
    02/07/15 - 09:50

    Complimenti, ottima guida semplice da capire ed esaustiva. Grazie mille!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 + = 11