Nuove Strategie di Link Building: SEO su Quag

Lanciato giovedì scorso (21/03/13), Quag si presenta come “nuovo social search engine“. Tradotto per i mortali un motore di ricerca sociale, dove vieni messo in contatto con le persone che fanno le tue stesse ricerche, e condividono quindi i tuoi stessi interessi.

quag logo

Vi mando all’articolo di presentazione su Quag scritto dal corriere per maggiori dettagli concettuali e alla pagina ufficiale nel sito stesso di Quag: Cos’è Quag e Come funziona.

La cosa che ci ha attirato, da addetti ai lavori, è la possibilità su Quag di inserire domande e risposte su argomenti di vario genere. Il sito infatti ricorda da vicino Yahoo Answers, dove gli utenti possono porre domande e dare risposte basate sulle proprie conoscenze.

Il nostro test su strada: i preparativi

Per la prova su strada abbiamo registrato 2 diversi utenti, uno prettamente creato per i nostri test e uno “serio”.

Il nostro utente “serio” ha subito impostato sul profilo alcuni interessi generici come: seo, wordpress, web design, web marketing, social media marketing, facebook, google adwords e Quag. Dopo pochi minuti dall’inserimento degli interessi abbiamo cominciato a ricevere le prime notifiche di domande inserite da altri utenti sugli argomenti di nostro interesse. Su questo punto, tanto di cappello al team di Quag per l’idea e per realizzazione dell’algoritmo che cerca ed estrae queste informazioni.

Nei giorni successivi, delle email ci avvisavano delle ultime domande inserite che combaciavano con i nostri interessi dichiarati. Qui abbiamo subito pensato ad una funzionalità paragonabile a Google Alerts.

Il nostro utente di test ha creato domande (vedremo poi con quale contenuto), mentre il nostro utente “serio” ha risposto alle domande poste dagli altri utenti, fatto sue domande ed interagito attivamente con la community di Quag.

Una nuova strategia di Link Building per i SEO

strategie link buildingVeniamo al dunque.

La varietà di argomenti e la qualità delle risposte che finora stanno caratterizzando questo “nuovo social” ci hanno fatto subito venire in mente una nuova strategia di Link Building. Come SEO e visti gli ultimi aggiornamenti rilasciati da Google siamo sempre alla ricerca di nuove opportunità per creare link verso i siti che promuoviamo e di cui curiamo il posizionamento nei motori di ricerca. Quag sta ricevendo link dalle più importanti testate e blog nazionali e potrebbe presto raggiungere un trust elevato agli occhi di BigG.

La strategia l’avrete intuita, fare domande o dare risposte inserendo un link al sito che vogliamo promuovere. L’utente infatti, tramite TinyMce (un editor testuale web simile all’interfaccia di Word), può inserire link usando ancore (anchor text) arbitrarie. Inoltre gli url inseriti nel testo vengono convertiti automaticamente in link dal sistema.

Come fare Link Building su Quag nel modo corretto

Ovviamente non è tutto così facile come sembra. Dai nostri test sono emerse alcune informazioni che vogliamo condividere con i nostri lettori. Come tutti i SEO sanno bene il buon senso è alla base del nostro lavoro, così, anche in Quag la link building va fatta con “il buon senso”.

Il nostro utente di test ha postato domande palesemente “spammose” e dichiaratamente pubblicitarie per promuovere il famoso link. Il risultato?

  • Avendo una reputazione bassa (è un punteggio di qualità associato ad ogni utente su Quag) i link inseriti da questo utente avevano tutti il nofollow (in breve: indica ai motori di non seguire il link quindi non passa “valore” al sito linkato e la link building non ne ricava il massimo beneficio)
  • anche il link nel profilo dell’utente aveva il nofollow
  • Dopo 2 giorni il nostro utente aveva una reputazione addirittura negativa e alcune domande erano state cancellate. Sembra infatti che gli utenti abbiano segnalato le nostre domande e poi gli amministratori le abbiano cancellate (nostra supposizione da verificare).

Il nostro utente “serio” invece ha raggiunto una reputazione di ben 221 punti. Il risultato?

  • Link sul profilo utente senza nofollow (rimosso con reputazione maggiore a 30)
  • Link su domande e risposte senza nofollow (rimosso con reputazione maggiore a 20)
  • Nessuna segnalazione da parte degli altri utenti, ne tanto meno domande cancellate

Conclusioni

seo su quag

Per una strategia di link building efficace dovete quindi ricevere almeno 2 UTILE da altri utenti (sarebbe il Mi Piace di Quag). Ogni UTILE infatti aumenta la vostra reputazione di 10 punti.

La nostra avventura su Quag è stata sicuramente positiva, sia per l’esperienza utente (quasi quasi ci torniamo anche per piacere! :D ) sia per l’esperienza lato SEO / Link Builing. Come avete capito il buon senso, come sempre nella SEO, la fa da padrone su Quag. Mettete i vostri link, aumentate la Link Popularity dei vostri siti, ma fatelo con giudizio!

E tu? Cosa ne pensi di questa nuova strategia? Parliamone nei commenti!

Condividi nei social media:
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Twitter
  • StumbleUpon
  • Print
  • email
  • oknotizie

 

9 Commenti su “Nuove Strategie di Link Building: SEO su Quag”

  1. siti web Postato da Barche Open Venezia:
    27/03/13 - 14:54

    Interessante, non conoscevo questo Quag.
    Grazie, proverò e magari vi faccio sapere :)

  2. siti web Postato da maria abbigliamento:
    29/04/13 - 08:57

    Ma io direi che è una risorsa in più per conoscere persone che hanno i tuoi stessi interessi, magari possono nascere situazioni o cooperazioni vantaggiose per tutti e sopratutto per il web.
    Darò uno sguardo per analizzare il funzionamento e verificherò la qualità dello strumento.

    L’idea mi sembra buona, vediamo come si svilupperà.
    Saluti

  3. siti web Postato da Alt Design:
    15/05/13 - 17:01

    @maria abbigliamento
    Sicuramente è anche come dici tu. Il nostro voleva essere una panoramica da un punto di vista prettamente SEO.
    Grazie del commento!

  4. siti web Postato da Giovanni:
    03/03/14 - 18:57

    Sono curioso, l articolo e’ datato forse ora si avra’ una visione piu completa a distanza di un anno, grazie.

  5. siti web Postato da leslie:
    28/07/14 - 15:02

    Ora come ora alcuni utenti si divertono solo a segnalare qualsiasi cosa (secondo il loro parere) come spam facendo bannare chi ha fatto il post. (forse si annoiano) quindi non funziona più questo test… provato sulla mia pelle!

  6. siti web Postato da Alt Design:
    28/07/14 - 15:16

    @leslie
    L’articolo è stato scritto parecchio tempo fa, ma quanto detto è tutt’ora valido.
    Come dicevamo occorre utilizzare il buon senso e cercare di non essere palesemente autopromozionali o almeno di cercare di mascherarlo bene.
    In effetti utilizzando il social abbiamo letto di qualche utente che non ha gradito la moderazione dello staff, quindi la tua esperienza può essere senz’altro vera e ti ringraziamo per averla condivisa con i nostri lettori (che ora presteranno ancora maggiore attenzione!)

  7. siti web Postato da Lorenzo De Santis:
    27/11/14 - 00:57

    Ciao, il link nel profilo certo è dofollow ma la questione è un’altra.. I profili non risultano indicizzati su Google, almeno questo è quello che sembra, quindi il link al profilo è nullo.

    Vedere per credere: https://www.google.it/?gws_rd=ssl#q=site:https:%2F%2Fwww.quag.com%2Fusers

    Non penso che al tempo dell’articolo i profili fossero indicizzati ed ora no, non lo sono sicuramente mai stati. Correggimi se sbaglio.
    CIao!

  8. siti web Postato da Alt Design:
    27/11/14 - 09:01

    @Lorenzo De Santis
    Hai perfettamente ragione, ma ti assicuro che quando è stato scritto l’articolo i profili erano indicizzati. Forse non sono pagine di grande “valore SEO” ed hanno deciso di non indicizzarli.

  9. siti web Postato da Alex Peverada:
    21/06/15 - 18:50

    Interessante articolo e segnalazione. Iscritto. Vi farò sapere se mi è risultato utile, sia in termini di seo che di know how e crescita professionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


1 + 8 =